Progetto Network Apprendimento

Premessa

La scuola rappresenta l’osservatorio per eccellenza in cui individuare precocemente la presenza di un DSA. Infatti è l’ambiente in cui si evidenziano più facilmente questi disturbi, in quanto gran parte della giornata il bambino è sui banchi, impegnato nello scrivere, leggere e fare i calcoli aritmetici. Agli insegnanti, ovviamente non si chiede di fare diagnosi, ma di essere in grado di riconoscere e segnalare un Disturbo Specifico dell’Apprendimento. Riconoscere precocemente un DSA, consente un approccio corretto tempestivo, sia da parte egli insegnanti che dei genitori, volto a supportare l’alunno e di conseguenza limitare i danni che una mancata diagnosi potrebbe apportare all’alunno, sia in termini di apprendimento che di autostima. Gli studenti con diagnosi di DSA hanno diritto a fruire di appositi provvedimenti dispensativi e compensativi di flessibilità didattica e alla formalizzazione di un Piano Didattico Personalizzato, durante tutto il percorso formativo scolastico.

Finalità

Il progetto ha lo scopo di sostenere la crescita e l’arricchimento professionale del personale della scuola per rafforzarne il ruolo e le funzioni. In particolare, il progetto intende dotare il sistema scolastico di profili professionali in grado di progettare, gestire e valutare percorsi formativi personalizzati adeguati alle caratteristiche delle possibili difficoltà o disturbi.

Obiettivi

Gli obiettivi che il progetto intende perseguire sono:

  1.  Sensibilizzazione attraverso l’organizzazione di momenti di formazione/informazione
  2.  Divulgazione e conoscenza dei problemi legati e correlati ai DSA, al fine di creare consapevolezza, modifiche nella didattica e nell’atteggiamento dei docenti nei confronti degli alunni a rischio.
  3.  Tempestiva certificazione degli alunni con possibile DSA
  4.  Attivazione a livello di singole Istituzioni scolastiche di azioni atte ad identificare tempestivamente il disturbo per prevenire fenomeni di dispersione scolastica, di  learning helplessness, bullismo, di aggressività o calo di autostima attraverso progetti di scuole in rete.

Per raggiungere gli obiettivi prefissati, il progetto intende sviluppare nei docenti le competenze necessarie per:

– interagire con la pluralità delle istituzioni e dei soggetti coinvolti

– progettare in maniera flessibile interventi formativi rispondenti ai diversificati bisogni dell’utenza

– costruire collaborazioni diversificate, complementari e coerenti con le finalità dell’offerta formativa della scuola

– conoscere procedure per usufruire dei supporti e dei servizi che a livello locale possono sostenere, integrandole, le azioni programmate e progettate

– analizzare l’impatto dell’intervento sui soggetti a rischio

– condividere le esperienze realizzate attraverso la riflessione, lo scambio e l’analisi di esperienze analoghe realizzate da altri soggetti, in altri contesti.

Ambito di intervento

Prevenzione del disagio e rimozione degli ostacoli al pieno successo formativo della persona.

Destinatari del progetto

Alunni, genitori e personale docente della III classe della Scuola Primaria, della I classe Scuola Secondaria di Primo grado e della I e III classe della Scuola Secondaria di secondo grado

Metodologia

Partendo dalle premesse teoriche, si ritiene opportuno attuare un progetto specifico volto a potenziare le strategie didattiche-educative, utilizzando, ove possibile, anche le nuove tecnologie informatiche, allo scopo di favorire il diritto allo studio e il successo formativo dei bambini/ragazzi con difficoltà di apprendimento o DSA, di consentire loro pari opportunità nello studio rispetto ai coetanei e di prevenire l’abbandono scolastico.

Per conoscere le fasi che il progetto intende perseguire CLICCA IL PULSANTE.

SCRIVICI PER CHIEDERE DI FAR PARTE DEL PROGETTO O PER AVERE INFORMAZIONI